Il Chara Feudo Disisa è un bianco nato dal blend di uve Catarratto e Inzolia, un vino autentico delle Terre Siciliane IGP di Monreale che accoglie dal terroir le doti di gusto fruttato, tra cui spicca la pesca e la ginestra. Un vino fresco e piacevole, adatto da sorseggiare in occasioni informali in compagnia di pietanze di pesce.

Chara Feudo Disisa prezzo

8,90 €



Punti fedeltà

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.



Condividi

Scheda tecnica

ProduttoreFeudo Disisa
RegioneSicilia
Zona di produzioneMonreale - Pa
DenominazioneTerre Siciliane IGP
VitignoCatarratto - Inzolia
Annata2017
Gradazione13%
Formato75 cl

Maggiori informazioni

Terroir e vinificazione

Nelle Terre Siciliane IGP tra Grisì e Monreale, le uve Catarratto Lucido e Inzolia si arricchiscono dei benefici di un terroir particolarmente adatto alla maturazione di queste uve autoctone siciliane. I migliori acini vengono selezionati ogni anno, dopo la vendemmia, prima di subire il processo di vinificazione che le trasformerà in un vino dai tipici sentori mediterranei. La fermentazione a temperatura controllata precede la maturazione in serbatoi di acciaio inox per 6 mesi; dopodiché, altri 2 mesi di affinamento in bottiglia completano il profilo organolettico di questo blend siciliano che porta il nome di Chara.

Note di gusto

Feudo Disisa cura ogni fase del processo produttivo al fine di esaltare i tratti caratteristici del vino: alla vista, il Chara mostra un colore giallo paglierino impreziosito di tipici riflessi verdognoli; un piacevole profumo fruttato sprigiona dal calice evidenti sentori di pesca e ginestra, che si confermano sul palato con piacevole freschezza e armonia. Senz’altro un vino siciliano che soddisda con grazia.

Il vino a tavola

Con le sue doti gustative, il Chara Feudo Disisa ama le tavole informali apparecchiate con pietanze di pesce, dagli antipasti ai secondi. Ottimo l’abbinamento con crostacei e frutti di mare. Dà il meglio di sé quando è servito a una temperatura di 8-10 °C.

Curiosità

Il Feudo Disisa coltiva i suoi vigneti nella DOC di Alcamo e Monreale; qui la famiglia Di Lorenzo è stata protagonista della sperimentazione sui vitigni internazionali impiantati nel terroir siculo. Ecco perché la cantina cura ancora oggi, nella sua tenuta, il primo e più antico vigneto siciliano di uve Chardonnay.

Prodotti simili

Design CODENCODE